Avverto l’urgenza di richiamare alla visione cristiana della vita, che è per tutti vocazio- ne. Solo la fede di chi si dispone ad accogliere la rivelazione di Dio in Gesù Cristo può salvare dallo smarrimento. Gesù, definitiva rivelazione del Padre, offre le parole indi- spensabili per rispondere alle domande sul senso della vita; è lui che confida quale sia la speranza affidabile di una vita eterna e felice”.

(Lettera Pastorale – CRESCE lungo il cammino il suo vigore – Arcivescovo M. Delpini)

IN CAMMINO VERSO NAZARETH

La Commissione Famiglia accompagna le famiglie della comunità nelle loro varie espressioni, promuovendo iniziative per la crescita spirituale dei componenti.
Nacque nel 1995, a seguito dell’Anno Internazionale della Famiglia, isti- tuito dall’allora papa Giovanni Paolo II che diceva:
“…L’Anno internazionale della famiglia offrirà senz’altro un’opportunità provvi- denziale per approfondire i valori costitutivi di questa istituzione naturale. Sono certo che una loro migliore conoscenza e valorizzazione aiuterà a costruire un mondo più fraterno e solidale, riconoscendo la famiglia come cellula fondamentale della società.” Inizialmente era composta da poche persone che, in forma embrionale, diedero vita a varie attività che via via si svilupparono, coinvolgendo sem- pre più persone, ma mantenendo lo spirito di servizio e di aiuto spirituale e concreto.

Dal Catechismo: “La famiglia cristiana è una comunione di persone, segno ed immagine della comunione del Padre e del Figlio nello Spirito Santo. La sua attività procreatrice ed educativa è il riflesso dell’opera creatrice del Padre. La famiglia è chiamata a condividere la preghiera e il sacrificio di Cristo. La preghiera quotidiana e la lettura della Parola di Dio rinvigoriscono in essa la carità. La famiglia cristiana è evangelizzatrice e missionaria”

CHI E’ L’OPERATORE NELLA COMMISSIONE FAMIGLIA?

E’ una persona o una coppia di coniugi che hanno a cuore la vocazione della famiglia fondata sul sacramento del matrimonio e che vedono la profonda comunione tra la Chiesa (Famiglia di famiglie) e la piccola chiesa domestica che ciascuna famiglia rappresenta. Per questo si attivano per promuovere momenti di formazione e preghiera, conviviali e di fraternità, che siano per le famiglie occasione di crescita e riscoperta dell’amore di Dio e dei fratelli. Con le loro scelte di vita testimoniano soprattutto ai giovani come è bello scoprire la propria vocazione e viverla con generosità e fede.

Corso di preparazione al Matrimonio

Il corso di preparazione al matrimonio è un momento comunitario im- portante, perché dà la possibilità a chi aderisce di proseguire nella cate- chesi spesso interrotta dopo il Sacramento della Confermazione. Negli anni è cambiato l’approccio verso i partecipanti, per andare incontro ad una realtà che, soprattutto nell’ultimo decennio, è notevolmente mutata, ma sono rimasti saldi i principi base del Sacramento che vengono sempre sottolineati e calati nella concretezza del quotidiano. Coppie di coniugi di varie età affiancano il parroco nel percorso di una decina di incontri cir- ca, dando la loro disponibilità per la durata di tutto il corso ma, ancor di più, per la preparazione e per momenti di confronto e di amicizia che vanno al di là del corso stesso. Questa attenzione verso i futuri sposi permette di mantenere rapporti duraturi e da loro l’opportunità di partecipare successivamente agli incontri delle giovani coppie.

Giovani coppie

Da qualche anno è nato un gruppo formato da coppie di sposi giovani e/o con figli ancora piccoli, che si ritrova con cadenza mensile sotto la guida del parroco. Il ritrovo prevede un momento di formazione, partendo dalla preghiera e dalla lettura della Parola, di confronto tra gli sposi e di scambio di idee ed esperienze molto arricchente per ciascuna famiglia. Ma l’incontro non è tutto qui, perché ci sono anche due momenti conviviali che consistono in una cena condivisa all’inizio della serata, lasciando il dolce alla fine della formazione. Si tratta di momenti in cui si approfondisce la conoscenza reciproca e si favorisce l’amicizia e l’unione del gruppo. Per il futuro si vuole aprire quest’esperienza a coppie di tutte le età.

Serate di formazione

In occasione di ricorrenze particolari, come l’Avvento, la festa della Fa- miglia, del papà, etc, vengono organizzate serate di formazione aperte a tutte le famiglie della comunità, accompagnate da momenti conviviali.
Sono occasioni di crescita spirituale e di conoscenza reciproca.

Anniversari di matrimonio

Per sottolineare l’importanza del “per sempre”, aspetto fondamentale del Matrimonio cristiano, vengono invitate in comunità le coppie che festeg- giano il 1°, 10°, 25°,40°, 50° e 60° anno di matrimonio. L’invito, recapitato personalmente a ciascuna coppia, prevede due incontri serali di preparazione, la S. Messa domenicale col rinnovo delle promesse e la be- nedizione degli anelli e, per chi lo desidera, il pranzo in oratorio. Come ricordo viene consegnato a ciascuna coppia un dono da parte della comu- nità. Tale festa è un riconoscimento e testimonianza davanti a tutta la co- munità di come l’amore tra i coniugi può durare nel tempo e vincere sulle difficoltà della vita, sempre con la grazia del Signore.

Weekend delle famiglie

Durante l’anno viene organizzata un’uscita di 2/3 giorni con invito speciale a tutte le famiglie della comunità e, negli ultimi anni, anche alle famiglie con ragazzi disabili. E’ un momento di riposo, svago, formazione e comunione fraterna. Iniziato nel 2006 con poche famiglie, negli anni suc- cessivi ha visto la partecipazione di sempre più persone, sotto la guida spirituale di un sacerdote. Vuole diventare sempre più occasione di cre- scita spirituale, tenendo presente le esigenze delle famiglie che spesso, in questa nostra società, sono minate e soffrono per mancanza di attenzione nei loro confronti.

Catechesi battesimale

La pastorale battesimale realizza la missionarietà della chiesa e la corresponsabilità dei laici al suo interno. Anche nella nostra parrocchia esiste da circa vent’anni la catechesi battesimale a domicilio. La comunità parrocchiale si fa vicina ai genitori che richiedono il sacramento con il sacer- dote a cui si affianca un gruppo di mamme e papà catechisti preparati, che accompagnano ogni coppia nella preparazione del battesimo dei figli. Esperienza positiva, anche se semplice, nell’annuncio della fede che aiuta a riscoprire il senso del Battesimo che ognuno di noi ha ricevuto. La cate- chesi battesimale non si esaurisce nella preparazione e celebrazione del Battesimo, ma continua fino a tre anni dopo il sacramento. Durante il primo anno si consegna ai genitori il Catechismo dei bambini. Seguono tre incontri annuali formativi per i genitori sulla crescita nella fede.

Obiettivi

Nella Commissione Famiglia, pur riconoscendo quello che già viene fatto, si vede la necessità di un rinnovamento per essere sempre più a servizio della comunità, in special modo delle famiglie più giovani o più in difficoltà. Si dovrà cercare, pertanto, di coinvolgere altre coppie, preferibilmente giovani, che possano portare idee e forze nuove.
In questi tempi è anche molto importante la condivisione e lo scambio di esperienze: per questo la commissione intensificherà i rapporti col Deca- nato come dono e crescita reciproca.

… VERSO LA SANTITA’

Tutti siamo chiamati ad essere santi vivendo con amore e offrendo ciascuno la propria testimonianza nelle occupazioni di ogni giorno, lì dove si trova. Sei sposato? Sii santo amando e prendendoti cura di tuo marito o di tua moglie, come Cristo ha fatto con la Chiesa. Sei un lavoratore? Sii santo compiendo con onestà e competenza il tuo lavoro al servizio dei fratelli. Sei genitore o nonna o nonno? Sii santo insegnando con pazienza ai bambini a seguire Gesù.

(Papa Francesco – Gaudete et Exsultate)