Dal Catechismo: “La catechesi si sforzerà di risvegliare e coltivare nei fedeli la fede nella incomparabile grandezza del dono che Cristo risorto ha fatto alla sua Chiesa: la missione e il potere di perdonare veramente i peccati, mediante in ministero degli Apostoli e dei loro successori”.

CHI E’ IL CATECHISTA?

E’ un cristiano paziente, capace di accogliere, ascoltare e accompagnare ragazzi in crescita.
Il gruppo Preadolescenti è formato da ragazzi di età compresa tra gli undici e i quattordici anni.
Esso costituisce la prima tappa del percorso di catechesi, dopo il sacra- mento della Cresima. Questa formazione del gruppo preadolescenti è di recente costituzione: nell’anno pastorale 2015-2016 la parrocchia si è adeguata alle nuove direttive pastorali, anticipando alla quinta elementare la Cresima, prima ricevuta all’inizio della seconda media.
Il gruppo preadolescenti della parrocchia di Arconate è suddiviso in due sottogruppi, in base all’età, che seguono percorsi differenti concordati con gli educatori del gruppo Preadolescenti della parrocchia San Genesio in Dairago, con la quale la parrocchia Sant’Eusebio costituisce un’Unità di Pastorale Giovanile.
Le linee guida dell’attività del gruppo Preadolescenti sono state indivi- duate da parte del Vicario Parrocchiale e degli educatori delle parrocchie di Arconate e Dairago, all’interno del vasto bacino di proposte pastorali fornite dalla Diocesi di Milano e create ad hoc per il lavoro con questa fascia d’età: i sussidi, che di anno in anno vengono adottati, sono editi dal Centro Ambrosiano e appartengono alla collana “Itinerari di fede per i preadolescenti”.
Gli obiettivi che contraddistinguono il gruppo preadolescenti sono prin- cipalmente tre:
– Il primo obiettivo è quello di darsi un’identità, che risponda al desiderio di appartenenza tipico della preadolescenza. Il raggiungimento di questo obiettivo è reso possibile dalla promozione di diversi momenti informali di scambio e condivisione.
– Il secondo obiettivo riguarda la promozione di un protagonismo costrut- tivo dei ragazzi, che vengono invitati a mettersi in gioco, secondo le pro- prie potenzialità e i propri talenti.
– Il terzo importante obiettivo riguarda il tema della decisione. Il ragazzo delle medie si appresta a compiere molte scelte importanti per la sua vita, prima fra tutte, proprio al termine del percorso nel gruppo preadolescenti, la decisione inerente la scuola superiore. Risulta quindi importante educare i ragazzi a compiere delle scelte in maniera consapevole, orientandone le motivazioni. Questo avviene anche nel percorso di fede dei Preadolescenti con la Professione di Fede che li vede protagonisti generalmente nell’anno della terza media: si tratta di un’ occasione preziosa e sempre valorizzata all’interno del percorso, affinché, in modo commisurato alla loro età, possano esprimere la propria scelta e il proprio impegno nel loro percorso di crescita spirituale.
In base alla valutazione della situazione attuale, emerge come punto di forza del percorso del gruppo preadolescenti, la scelta libera e consape- vole di ogni ragazzo che spontaneamente (anche se, talvolta, in maniera un po’ troppo esuberante) decide di partecipare agli incontri di catechesi.