I colori della liturgia

Colori liturgici

 


Nel rito ambrosiano

Nel rito ambrosiano l’associazione dei colori liturgici varia notevolmente dalrito romano. Il tratto essenziale consiste nel riportare il colore rosso in diverse celebrazioni che con il rito romano adottano i colori bianco e verde. Pertanto il rito ambrosiano adotta il colore rosso anche nelle celebrazioni della Messa in Cena Domini, del Corpus Domini, durante le ordinazioni, in occasione della prima Comunione e dell’unzione degli infermi, ed infine nel periodo di tempo ordinario dalla Pentecoste al giorno precedente la dedicazione della Cattedrale. Il colore viola viene sostituito dal morello (tinta più scura), ed il nero (qui inteso come colore fortemente penitenziale) può essere utilizzato in sostituzione del morello in tutti i giorni feriali di Quaresima, ad eccezione quindi di sabato e domenica. I colori principali sono: Bianco, Rosso, Morello, Verde e Nero.

Bianco

È utilizzato:

  • Nella Pasqua e nella sua ottava; nelle domeniche e nelle ferie del tempo di Pasqua.
  • Nel Natale del Signore e nelle ferie della sua ottava; nelle domeniche e nelle ferie del tempo di Natale.
  • Nelle solennità e nelle feste di Nostro Signore Gesù Cristo: Annunciazione, Presentazione di Gesù al Tempio, Sacra Famiglia, Epifania, Battesimo, Ascensione, Trasfigurazione, Santissima Trinità, divina maternità della Beata Vergine Maria (VI di avvento), Cristo Re, Visitazione, Anniversario della dedicazione della chiesa, Anniversario della dedicazione della chiesa cattedrale, Anniversario della dedicazione della dell’Arcibasilica Lateranense.
  • Nella Messa del Crisma del Giovedì Santo
  • Nelle solennità e feste e nelel Memorie della Beata Vergine Maria: Assunzione, Immacolata Concezione.
  • Nella solennità della divina maternità della Beata Vergine Maria (VI di avvento)
  • Nelle solennità, feste e memorie dei Santi non martiri, in particolare per la celebrazione di Ognissanti, di San Giovanni Battista (24 giugno), di San Giovanni Evangelista (27 dicembre), della Cattedra di San Pietro (22 febbraio) e della Conversione di San Paolo (25 gennaio).
  • Nella celebrazione dei Sacramenti: Battesimo, Matrimonio, Ordine Sacro, Unzione degli infermi.
  • Nella festa dei Santi Angeli.

Talvolta si utilizza anche per i funerali dei bambini, in segno della loro purezza.

Rosso

Si utilizza:

  • Il 1° gennaio, ottava del Natale nella circoncisione di Gesù.
  • Nella Settimana Santa (dal sabato in Traditione Symboli incluso fino alla veglia della Pasqua esclusa eccettuata Messa Crismale).
  • Nella Domenica di Pentecoste
  • Nelle Domeniche e nelle ferie del tempo dopo Pentecoste e dopo il Martirio di San Giovanni il Precursore fino alla domenica della Dedicazione della Cattedrale esclusa.
  • Negli uffici e messe dello Spirito santo e del Mistero Eucaristico (Corpus Domini, Ordinazione Sacerdotale, Adorazione Eucaristica…).
  • Nelle celebrazioni della Passione del Signore.
  • Della Santa Croce e del Sacratissimo Cuore di Gesù.
  • Nelle solennità, feste e memorie dei Santi Apostoli, evangelisti e martiri.
  • Nella celebrazione del Sacramento della Cresima e della Prima Comunione.
  • Nell’unzione degli infermi.

Verde

Viene utilizzato

  • nelle domeniche e nelle ferie del tempo dopo l’Epifania (a partire dal Lunedì seguente al Battesimo di Gesù fino alla Quaresima)
  • nelle domeniche e nelle ferie del tempo dopo la Dedicazione della Cattedrale fino all’Avvento.

Morello

Se ne fa uso:

  • Nelle domeniche e nelle ferie del tempo di Avvento esclusa la solennità della Divina Maternità della Vergine Maria.
  • Nelle domeniche, nei sabati e facoltativamente nelle ferie della Quaresima, fino al sabato in Traditione Symboli escluso * Nelle messe votive per il perdono dei peccati.
  • Si può usare nelle esequie, nelle messe dei defunti e nella Commemorazione dei Defunti.